Informativa

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviare a te pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualsiasi suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

13 DIC
Almanacco
Registrati

Sicurezza ascensori

Casa In questo Canale:

Sicurezza ascensori

A proposito di:

Sono molto pochi quelli a cui piace rimanere chiusi negli ascensori. Per questo vanno rispettate (e fatte rispettare dai condòmini) rigorose norme di sicurezza

Per garantire la sicurezza degli ascensori è necessario rispettare e applicare correttamente le regole di manutenzione degli impianti stessi, affidandone la manutenzione a personale abilitato. Nel nostro Paese tali regole sono dettate dal Dpr n. 162 del 1999, che costituisce l'attuazione della Direttiva 95/16/CE.

Ecco di seguito le principali regole da seguire per garantire la sicurezza e il buon funzionamento dell'ascensore:

  • la manutenzione deve avvenire almeno ogni sei mesi da parte di un’azienda specializzata;
  • ogni due anni l'ascensore deve essere soggetto ad una verifica periodica da parte della Asl (che svolge le funzioni un tempo attribuite all'Enpi, Ente Nazionale Prevenzione Infortuni) o di una società di certificazione abilitata;
  • l'amministratore di condominio è responsabile della sicurezza, oltre che della manutenzione e delle verifiche periodiche di cui sopra.

Manutenzione e controlli devono risultare da un'apposita certificazione o sul libretto d'impianto. In caso di smarrimento delle certificazioni o del libretto di impianto è necessario:

  • verificare se l'ascensore del proprio condominio è sottoposto ad una regolare manutenzione e controllo; la verifica può essere fatta, ad esempio, controllando se nel bilancio annuale del condominio tali costi sono previsti tra le spese condominiali;
  • impegnare l'amministratore o qualche condomino ad essere presenti durante le operazioni di manutenzione e controllo, per accertare che siano eseguite le varie verifiche sulle parti a rischio (argano, funi…) e che tali lavori siano realizzati da personale specializzato;
  • segnalare immediatamente alla società di manutenzione qualsiasi rumore o vibrazione anomala e chiedere l'immediato intervento di verifica.
La verifica periodica

Le operazioni di verifica periodica sono dirette ad accertare:  

  • lo stato di conservazione delle funi
  • le condizioni di isolamento dei circuiti; 
  • le condizioni dei dispositivi di sicurezza, di chiusura e di blocco; 
  • il funzionamento del paracadute e del limitatore di velocità; 
  • le condizioni del vano corsa
  • il regolare funzionamento dell'allarme
  • il regolare funzionamento delle valvole di sicurezza (negli ascensori oleodinamici).
Aggiornamento normativo

Il 1 gennaio 2012 è la data di entrata in vigore di nuove norme in materia di sicurezza degli ascensori: l'emendamento A3 alle norme armonizzate Uni En 81-1&2. Tra le novità, c'è quella che tutti gli ascensori devono essere dotati di dispositivi che blocchino il movimento incontrollato, quando la porta di piano non è bloccata, o quella di cabina non è nella posizione di chiusura. La certificazione di conformità può essere ottenuta solo se l'ascensore è conforme all'emendamento A3.