Informativa

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviare a te pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualsiasi suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

11 DIC
Almanacco
Registrati

Riparazioni e lavori in casa

Casa In questo Canale:

Riparazioni e lavori in casa

A proposito di:

lavori in casa
Gli adempimenti necessari e i consigli utili per chi si appresta a ristrutturare, fare dei lavori o riparazioni in casa. Dalla scelta della ditta a cui affidare le opere al comportamento da seguire in caso di controversie, ecco cosa sapere prima di iniziare

​​​Quando ci si appresta a ristrutturare, fare dei lavori o riparazioni in casa, è opportuno, 30 giorni prima dell’inizio dei lavori, presentare all’Ufficio compente del Comune di appartenenza una Denuncia di inizio attività (Dia), obbligatoria per opere di manutenzione straordinaria, restauro conservativo, ristrutturazione edilizia. In alcuni Comuni, viene invece richiesta la Segnalazione Certificata di Inizio Attività (Scia) - introdotta dalla legge n. 122 del 2010 - la quale rende possibile l'inizio dei lavori lo stesso giorno in cui viene presentata la segnalazione all'amministrazione competente, senza più dover attendere i 30 giorni previsti per la Dia. La Scia va corredata dalle attestazioni ed asseverazioni di tecnici abilitati, accompagnate da tutti gli elaborati tecnici, per consentire agli enti preposti di effettuare le dovute verifiche.

I nostri consigli

Per i lavori in sé, prima di affidarsi  ad un ditta, bisogna tenere a mente alcuni accorgimenti, per evitare brutte sorprese. Vediamo insieme i principali.

  • Scegliere dei professionisti dei quali ci si possa fidare, magari facendosi consigliare da un parente o un amico che già si è rivolto ad una certa ditta. Se proprio non si conosce nessuno, si può richiedere presso le Associazioni artigiane provinciali o alle Camere di Commercio l’elenco delle aziende iscritte all’Albo delle imprese artigiane.
  • Prima dell’intervento, richiedere informazioni dettagliate su tempi e modalità d’intervento e un preventivo di spesa, che in caso di controversie servirà a contestare la prestazione.
  • È conveniente redigere un semplice contratto, nel quale riportare le penali per ogni giorno o settimana di ritardo dei lavori, non dovuto a cause imprevedibili.
  • Per conoscere i prezzi medi praticati ci si può rivolgere ancora una volta alle Camere di Commercio. Nell'importo dei lavori che verrà fatturato, possono essere conteggiati, oltre al costo di manodopera e a quello dei ricambi, il diritto di chiamata, la maggiorazione per il lavoro straordinario e festivo, le operazioni per smontare, trasportare e rimontare grandi elettrodomestici che non è possibile riparare a domicilio.
I doveri della ditta

Per i lavori all’ impianto elettrico e termoidraulico, l’impresa è obbligata a rilasciare la dichiarazione di conformità, che attesta l’avvenuta installazione e manutenzione ‘a regola d’arte’.

Nel caso in cui il lavoro non sia svolto nel modo dovuto, l’Aduc, Associazione per i diritti degli utenti e consumatori, ricorda che il diritto del consumatore è quello di avere il prodotto del lavoro riparato o sostituito oppure la riduzione dell’importo da pagare o lo scioglimento del contratto.

In caso di problemi: il Servizio di Conciliazione

Per qualsiasi contenzioso, è possibile rivolgersi al Servizio di Conciliazione presso la Camera di Commercio, una valida (e molto più rapida) alternativa alla giustizia ordinaria, per risolvere celermente e con costi contenuti le controversie tra consumatori ed imprese. Alcune Camere di Commercio hanno reso disponibile un servizio di Conciliazione on line, che permette di superare eventuali problemi legati alla distanza, accorciando ancora di più i tempi del contenzioso