Informativa

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviare a te pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualsiasi suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

14 DIC
Almanacco
Registrati

Morso di cane: come comportarsi

Casa In questo Canale:

Morso di cane: come comportarsi

A proposito di:

In caso di morsi di cane, è necessario seguire alcune procedure al fine di evitare problemi sanitari e paure nel tempo. Ecco alcuni consigli per prevenirli o curarli in maniera efficace

Ecco di seguito alcuni consigli pratici relativi al morso di cane: un'eventualità che può essere fonte di problemi sanitari a volte gravi, paura, conflitti.

Aspetti sanitari

Dal punto di vista igienico, il pericolo più temibile è la trasmissione della rabbia, un virus mortale che si trasmette tramite la saliva e che ha una lunga incubazione (da 20 giorni ad un anno, e i primi sintomi arrivano quando è ormai troppo tardi). In Italia la rabbia è pochissimo diffusa, tra gli animali domestici. Originata in genere dai pipistrelli, la rabbia, più frequentemente che dai cani, può essere trasmessa all'uomo dalle volpi selvatiche.

In caso di morso, il proprietario del cane dovrebbe esibire i certificati delle vaccinazioni, per fugare ogni dubbio. Diversa l'eventualità in cui il morso sia provocato da un animale randagio. In tal caso, è possibile ricorrere alla "vaccinoprofilassi" antirabbica, nel giorno stesso dell'episodio.

Ma la bocca del cane può essere fonte di batteri di ogni tipo. Pertanto la ferita, anche se lieve, va sciacquata abbondantemente con acqua corrente, e poi disinfettata con uso generoso di acqua ossigenata, più volte nel corso della giornata. Potrebbe essere opportuna anche l'assunzione di un antibiotico, ma solo sotto indicazione del medico curante.

Aspetti legali

Il proprietario del cane è sempre e comunque responsabile, sia dal punto di vista civile, sia penale, in caso di danni o lesioni a persone, animali o cose. Ha anche l'obbligo di stipulare una polizza di assicurazione di responsabilità civile per danni causati a terzi.

L'uso del guinzaglio è obbligatorio ovunque, mentre la museruola deve essere sempre portata, per usarla in caso di potenziale pericolo.

In casi estremi, è possibile fare sporgere denuncia, con lo scopo di instaurare un procedimento penale, nel quale il danneggiato potrà costituirsi parte civile ed ottenere  così la condanna dell’imputato non solo alla pena stabilita per il reato commesso (solo pecuniaria), ma anche al risarcimento del danno.

Prevenzione

Per prevenire l'aggressione del cane, basta seguire alcune semplici regole:

  • mantenere la calma, evitando di scappare, a meno che non si sia certi di raggiungere per tempo un punto sicuro;
  • non gridare;
  • fermarsi possibilmente non di fronte al cane, ma di lato, molto attenti a proteggere eventualmente collo e viso;
  • continuare a rimanere immobili, senza alcun movimento brusco, e sempre mantenendo la calma, tenendo d'occhio il cane, in attesa che indietreggi da solo o sia richiamato dal padrone.