Informativa

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviare a te pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualsiasi suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

13 DIC
Almanacco
Registrati

Quali sono le prestazioni sociali agevolate

Assistenza Sociale In questo Canale:

Quali sono le prestazioni sociali agevolate

A proposito di:

Le prestazioni sociali agevolate sono gli aiuti economici e i servizi sociali di assistenza che spettano ai cittadini in base ad una condizione economica e sociale di svantaggio, ovvero bassi redditi, nuclei familiari numerosi, anziani soli non autosufficienti

​​Le prestazioni sociali agevolate sono gli aiuti economici e i servizi sociali di assistenza che spettano ai cittadini che ne hanno diritto sulla base della loro condizione economica e sociale: bassi redditi, nuclei familiari numerosi, anziani soli con necessità di aiuto nella gestione della quotidianità.

Tra le prestazioni sono compresi i servizi di assistenza domiciliare (servizi socio sanitari domiciliari), i servizi socio sanitari diurni e residenziali come i pasti a domicilio, il telesoccorso e l’ospitalità nelle case di riposo e nelle residenze sociali assistenziali. Tra le agevolazioni economiche rientrano anche i contributi per gli affitti, le agevolazioni per i servizi di pubblica utilità (telefono, luce, gas).

Tra gli aiuti alle famiglie numerose e a basso reddito rientrano l’assegno per il nucleo familiare con tre figli minori, l’assegno di maternità, i servizi educativi per l’infanzia come l’asilo nido, le mense scolastiche, i libri, le borse di studio, le agevolazioni per le tasse universitarie ed eventuali altre tutele e sostegni per la genitorialità.

Per usufruire di queste prestazioni è necessario presentare la domanda al Comune di residenza, compilando la Dichiarazione sostitutiva unica. Il costo dei vari servizi per il cittadino è fissato dai singoli Comuni che, con una delibera pubblica, stabiliscono i limiti necessari per poter accedere al servizio e gli eventuali scaglioni di reddito in rapporto all’Isee Indicatore della situazione economica equivalente e all’Ise, Indicatore della situazione economica presentate dal cittadino.