Informativa

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviare a te pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualsiasi suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

20 OTT
Almanacco
Registrati

Isee, come funziona, a cosa serve

Assistenza Sociale In questo Canale:

Isee, come funziona, a cosa serve

A proposito di:

Ormai l'Isee viene adottato in ogni campo, per limitare gli aiuti pubblici solo a chi ne ha bisogno, sulla base non solo del reddito, ma anche di altri fattori come le proprietà immobiliari, i depositi bancari o il numero di figli a carico. Vediamo cos'è e come funziona questo strumento

​​​​​​​​​L'Isee, Indicatore della situazione economica equivalente, è uno strumento che permette di misurare la condizione economica delle famiglie, col fine di determinare chi ha effettivamente diritto a prestazioni sociali agevolate, esenzioni e agevolazioni tariffarie in vari ambiti. 

L’Isee viene calcolato dall’Inps, attraverso la Dichiarazione sostitutiva unica (Dsu),verificando i dati ricevuti dal cittadino. L'Isee ha durata annuale, è unico per ciascun componente il nucleo familiare e vale per tutte le prestazioni sociali agevolate che si possono richiedere.

Elementi considerati

L'Isee si basa sul calcolo di un indicatore che tiene conto non solo del reddito, ma anche del patrimonio (mobiliare e immobiliare) e delle caratteristiche del nucleo familiare. Ecco di seguito gli elementi presi in considerazione nel calcolo.

  • Reddito:
    • redditi dichiarati ai fini Irpef di tutti i componenti il nucleo famigliare;
    • altri eventuali redditi.
  • Patrimonio mobiliare:
    • depositi e conti correnti bancari e postali;
    • titoli di Stato, obbligazioni, certificati di deposito e credito, buoni fruttiferi ed assimilati;
    • azioni o quote di organismi di investimento collettivo di risparmio (Oicr) italiani o esteri;
    • partecipazioni azionarie in società italiane ed estere;
    • somme di denaro o beni affidate in gestione a società fiduciarie;
    • contratti di assicurazione mista sulla vita e di capitalizzazione;
    • imprese individuali.
  • Patrimonio immobiliare:
    • fabbricati e terreni edificabili ed agricoli, intestati a persone fisiche, tenendo però conto di eventuali debiti residui per mutui e dell'eventuale utilizzo come abitazione.
  • Nucleo familiare:
    • numero di componenti (ciascuna persona può appartenere ad un solo nucleo familiare);
    • persone a carico ai fini dell'Irpef, anche se facenti parte di un'altra famiglia anagrafica;
    • presenza di figli minori con un solo genitore;
    • presenza di figli minori con entrambi i genitori che lavorano;
    • presenza di persone con handicap psicofisico permanente o invalidità superiore al 66 per cento.