Informativa

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviare a te pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualsiasi suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

29 MAG
Almanacco
Registrati

Invalidità civile: modelli da presentare all'Inps (Invciv)

Assistenza Sociale In questo Canale:

Invalidità civile: modelli da presentare all'Inps (Invciv)

A proposito di:

Chi usufruisce di determinate prestazioni assistenziali - come la pensione sociale, l'assegno sociale, l'indennità di accompagnamento, l'indennità di frequenza e l'assegno mensile - deve presentare ogni anno all'Inps dei modelli, per certificare di possedere ancora i requisiti necessari

​​Ogni anno l'Inps ha l'obbligo di verificare la permanenza dei requisiti necessari per il pagamento delle prestazioni assistenziali - quali la pensione sociale e l'assegno sociale - e le prestazioni economiche erogate agli invalidi civili, quali l'indennità di accompagnamento, l'indennità di frequenza e l'assegno mensile. Per farlo, richiede ai diretti interessati di presentare ogni anno una certificazione, chiamata InvCiv, relativa alla sussistenza dei relativi requisiti.

Il modello Icric​

Gli invalidi civili titolari di indennità di accompagnamento o di frequenza sono tenuti a presentare, per il 2017 entro il 15 febbraio, tramite il modello Icric, una dichiarazione di responsabilità relativa alla sussistenza o meno di uno stato di ricovero in istituto, indicando se questo è avvenuto a titolo gratuito o a pagamento.

Il modello Iclav

Anche gli invalidi civili titolari di assegno mensile sono tenuti a presentare ogni anno una dichiarazione di responsabilità, relativa alla permanenza o meno del requisito di mancata prestazione di attività lavorativa e dell'eventuale reddito prodotto. In questo caso, però, va utilizzato il modello Iclav.

Il modello Accas/Ps

I titolari di pensione sociale o assegno sociale devono invece certificare la permanenza del requisito della residenza stabile e continuativa in Italia. Per i soli titolari di assegno sociale, sarà necessaria anche la dichiarazione sulla sussistenza o meno dello stato di ricovero in istituto. Per questo adempimento, è stato predisposto il modulo Accas/Ps.

Come presentare i modelli

È l'Inps stesso ad inviare, ai diretti interessati, una lettera dove sono indicati i modelli da presentare tramite codici a barre. Per presentare all'Ente tali modelli, si può scegliere tra:

  • rivolgersi ad un intermediario abilitato all'assistenza fiscale (Caf) che assisterà l'interessato nella compilazione dei modelli, per poi provvedere direttamente alla trasmissione telematica;
  • utilizzare i servizi on line disponibili nel sito Inps, per i quali è necessario disporre del Pin dispositivo assegnato dall'ente stesso; in questo caso, l'eventuale documentazione dovrà essere comunque consegnata alla competente sede Inps.

La consegna del modello all'intermediario può essere effettuata anche da un delegato. In tal caso, andranno esibiti la delega e i documenti di identità del dichiarante e del delegato, e il modello dovrà comunque essere sottoscritto dal dichiarante o dal tutore. Recandosi presso l'intermediario, è necessario portare sempre la lettera ricevuta dall'Inps.

In caso di disabilità intellettiva o psichica, non va resa alcuna dichiarazione, ma deve essere presentato all'intermediario, o all'Inps, un certificato medico recante l'indicazione delle patologie.

Il dichiarante dovrà conservare la sua copia della documentazione per 10 anni.

​​