Informativa

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviare a te pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualsiasi suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

17 OTT
Almanacco
Registrati

La domanda di invalidità civile

Assistenza Sociale In questo Canale:

La domanda di invalidità civile

A proposito di:

Ecco quali sono tutti i passi da compiere per richiedere il riconoscimento dell'invalidità civile, coi relativi benefici, secondo le regole oggi in vigore

​​Ecco i passi da compiere per richiedere il riconoscimento dell'invalidità civile, secondo le regole in vigore dal 1 gennaio 2010.

  1. Bisogna innanzi tutto rivolgersi ad un medico certificatore (l'elenco è disponibile sul sito dell'Inps), il quale provvede all'invio telematico, all'Inps stesso, del certificato medico per la richiesta del riconoscimento di invalidità civile ed handicap. Infine rilascia alla persona richiedente una ricevuta di trasmissione.
  2. Con la ricevuta di trasmissione del certificato medico, è possibile fare domanda all'Inps del riconoscimento di invalidità civile ed handicap. Tale domanda va presentata esclusivamente via internet. Nella domanda, va indicato il numero di protocollo del certificato medico già trasmesso dal medico certificatore (il numero è indicato sulla ricevuta di trasmissione). Per effettuare l'invio on line della domanda, può essere di aiuto rivolgersi ad un Caf, Patronato o altri soggetti abilitati (v. link).
  3. Entro 15 giorni dalla presentazione della domanda, una commissione medica della Asl, comprendente anche un medico Inps, effettua gli accertamenti sanitari. Se il medico ha certificato una "condizione di non trasportabilità" del malato, la visita medica viene effettuata a domicilio o presso il luogo di momentanea residenza del malato.
  4. In seguito agli accertamenti della commissione medica, viene redatto un "verbale provvisorio" degli esiti (cui seguirà quello "definitivo"), utilizzabile dalla persona per richiedere tutti i benefici collegati allo stato di invalido civile.
  5. In caso di mancato o erroneo riconoscimento sanitario, la persona interessata può presentare ricorso contro l'Inps, entro 180 giorni dalla notifica del verbale. Passato tale termine, decadono le possibilità del ricorso.
​​